Spiaggia nel parco nazionale Coiba

Isla Coiba tra squali e tartarughe marine

Andare a Isla Coiba è stata sicuramente una delle esperienze più belle di tutto il nostro viaggio a Panama.

Isla Coiba si trova sul versante pacifico di Panama e fa parte del parco nazionale marino di Coiba. Il parco nazionale si compone di 38 isole e dal 2005 è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO. Grazie alla ricchissima biodiversità marina e terrestre, le isole vengono definite le “Galapagos di Panama”. Meta imperdibile per gli appassionati di snorkeling e diving.

Isla Coiba è l’isola più grande dell’arcipelago ed è un vero paradiso tropicale, almeno oggi. Fino a pochi anni fa, infatti, era una colonia penale. Venivano mandati qui tutti i criminali più pericolosi del paese ed anche alcuni personaggi politici “scomodi”.

Su Isla Coiba si trova la stazione dei rangers, che controllano e registrano tutti gli accessi al parco. L’accesso al Parco Nazionale Marino Coiba costa $20 USD!
Cartello Isla Coiba

Cartello Isla Coiba

Panorama da Isla Coiba

Panorama da Isla Coiba

Snorkeling nel Parco Marino Coiba

Abbiamo prenotato il tour tramite Expediciòn Coiba, un tour operator situato a Santa Catalina, proprio all’incrocio delle due strade principali. Ci siamo trovati molto bene.

Expedicion Coiba offre diverse soluzioni sia per chi vuole fare snorkeling, sia per chi vuole iniziare o è già pratico di diving. Noi abbiamo scelto di dedicare una giornata al parco, facendo snorkeling.

L’appuntamento era alle 7 davanti al negozio di diving. A fare snorkeling eravamo solo noi e una coppia di tedeschi, gli altri due ragazzi presenti si sono dedicati alle immersioni. Dal negozio abbiamo preso l’attrezzatura e il pranzo e siamo andati verso Playa Santa Catalina, dove ci aspettava la barca.

Dopo una mezzora di navigazione, siamo arrivati su un isolotto incantevole, di sabbia bianca e con l’acqua incredibilmente cristallina. Da qui, armati di maschera e pinne siamo partiti per la prima esplorazione subacquea. In mezzo ai coralli abbiamo avvista migliaia di pesci, razze e murene. Il momento più bello però è stato quando è spuntata la prima tartaruga marina. Nuotava con quella sua aria saggia e quel suo fare elegante. L’ultima volta che abbiamo avuto un incontro ravvicinato con queste creature, stavano deponendo le uova sulle spiagge  del Tortughero, in Costa Rica. È sempre emozionante incontrare questi animali meravigliosi. Poco dopo ne abbiamo viste altre. Non volevamo più uscire dall’acqua!

Nel primo spot c’erano tantissime meduse piccoline. L’elettricità che avevano in corpo creava nell’acqua dei minuscoli flash colorati. Ogni tanto arrivava qualche bella scossetta!

SCARICA LA GUIDA GRATUITA PER L'ISOLAMENTO TERMICO DEL TUO FURGONE O CAMPER

Iscriviti alla Mailing list di JustMolla.it e riceverai tanti CONTENUTI SPECIALI tra cui la guida per l'isolamento del camper.


Abbiamo trascorso un’oretta nel primo spot, ma saremmo rimasti volentieri di più! La seconda isola dove siamo arrivati, era Isla Coibita, vicinissima a Isla Coiba. I ragazzi che ci facevano da guida, ci hanno portato in questo posto perché sapevano che era più probabile incontrare gli squali pinna bianca, tipici di quelle acque. E noi eravamo assolutamente decisi a vederli!

Anche questo secondo spot era pieno di pesci, meraviglioso! Dopo poco che eravamo in acqua, un movimento strano ha attirato la mia attenzione. Guardando più attentamente li ho visti, erano proprio sotto di me: due squaletti che nuotavano lentamente sul fondale. Quella visione era talmente assurda per il mio cervello, che ho fatto fatica a realizzare che erano realmente lì. Continuavo a fissarli incredula. Guardando l’espressione di Valerio, ho capito che aveva provato la mia stessa sensazione. Ne abbiamo avvistati anche altri, di varie dimensioni. Stupendo, veramente.

Dopo pranzo ci siamo diretti verso l’ultimo spot per fare snorkeling. Ci hanno portato in un punto dove era possibile incontrare gli squali balena. A causa del plancton e della profondità dell’acqua, la visibilità non era buonissima. Anzi non si vedeva proprio niente. A dir la verità, in quelle condizioni, non so quanto fossi pronta a trovarmi faccia a faccia con un gigante marino, anche se innocuo, come lo squalo balena. Abbiamo incontrato qualche banco di pescioni grigi enormi, ma non molto di più.

Siamo rimasti in acqua per mezz’ora circa, e intorno alle 15.30 siamo risaliti in barca direzione Santa Catalina. Il viaggio è durato circa un’ora ed eravamo tutti stanchissimi ma appagati!

Nel periodo che va da Giugno a Novembre è possibile avvistare le balene, che arrivano nel parco nazionale per riprodursi e partorire!
Il paradiso

Il paradiso

Pronti per lo snorkeling!

Pronti per lo snorkeling!

Isla Coiba

Per pranzo abbiamo fatto una sosta su Isla Coiba, dove c’è il centro dei rangers. Quando siamo arrivati ci hanno chiesto di inserire i nostri dati sul registro dell’isola. Subito dopo ci siamo seduti intorno a un tavolino che si trova proprio sulla spiaggia e abbiamo pranzato.

Dopo pranzo abbiamo percorso un sentiero che ci ha portato in cima a un monte, dove abbiamo potuto ammirare il panorama dall’alto. Purtroppo non siamo riusciti a vedere “Tito”, il coccodrillo, nonché mascotte dell’isola.

Vicino alla stazione dei rangers ci sono delle cabanas che vengono affittate a chi vuole rimanere qualche notte sull’isola. È possibile chiedere la disponibilità direttamente in loco, oppure prenotare con un tour operator. C’è anche un piccolo museo dove viene raccontata la storia dell’isola e ci sono immagini e scheletri degli animali che la popolano.

Sede dei rangers su Isla Coiba

Spiaggia e sede dei rangers su Isla Coiba

Scheletro di uno squalo balena: gigante!

Scheletro di uno squalo balena: gigante!

area di Tito il coccodrillo

Area di Tito il coccodrillo

Il pranzo al sacco

Il pranzo era compreso nel pacchetto, compresa acqua e un succo di frutta. Al momento della prenotazione del tour, la prima cosa che ci hanno chiesto è stata se eravamo vegetariani… grandioso! Abbiamo chiarito che non volevamo nemmeno il formaggio e i panini che ci hanno dato erano con diversi tipi di verdure. Il pane era del fornaio italiano del paese. Ottimo.

Tutti i panini che vengono fatti a Santa Catalina per i tour organizzati, provengono dal fornaio italiano!
panini vegan!

Panini vegan!

I costi

Abbiamo prenotato tramite Expediciòn Coiba ed abbiamo pagato $80 USD a persona per il tour di snorkeling. Il pacchetto comprendeva:

  • la visita di tre spot per lo snorkeling;
  • l’ingresso al parco nazionale di isla Coiba ($20 USD);
  • attrezzatura per lo snorkeling (mutino, maschera e pinne);
  • il pranzo (un bel panino);
  • acqua e snack.

Onestamente ci riteniamo soddisfatti del tour e lo rifaremmo senza ombra di dubbio!

pannelli solari su Isla Coiba

Pannelli solari su Isla Coiba

Panorama da Isla Coiba

Panorama da Isla Coiba

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

2 Commenti