Sostituzione delle candelette Diesel

Sostituzione delle candelette diesel: 5 suggerimenti utili

L’inverno si avvicina e qui in Germania non scherza.

Un giorno sembra ancora autunno ed il giorno dopo ti ritrovi con la neve.

Dopo le prime riparazioni meccaniche il furgone sembrava andare una meraviglia…

poi sono arrivati altri problemini.

Il motore faticava a mettersi in moto. Sembrava partire a 3 cilindri, non teneva il minimo e si spegneva puntualmente.

La mattina ci mettevamo 10 minuti buoni per farlo accendere e scaldare bene. Una volta caldo non dava più problemi.

In generale ci possono essere mille motivi e problemi meccanici.

Per fortuna eravamo abbastanza sicuri: candelette diesel da cambiare!

Cosa fanno di preciso le candelette?

Le candelette servono a scaldare la camera di combustione del motore. Questo facilita enormemente la partenza a freddo di un motore diesel.

Quando giri la chiave nel quadro, vedi una spia che si accende per pochi secondi. Ti sta indicando che le candelette si stanno scaldando (circa 1000°).

Quando la spia sparisce significa che le candelette sono calde e puoi accendere il motore.

In estate il motore non è mai gelido ma in inverno le candelette fanno la differenza.

Come ogni componente meccanico ogni tanto vanno sostituite…e così abbiamo fatto.

È un’operazione semplice e può essere fatto facilmente senza andare dal meccanico.

E se il motore è molto vecchio?

Questa era esattamente la mia paura.

Se il motore non è più un giovinetto, c’è sempre il pericolo che durante la sostituzione le candelette si rompano.

Prima di proseguire con la camperizzazione del furgone abbiamo quindi deciso di sostituire le candelette.

In questo articolo ti racconto quali sono state le nostre 5 accortezze per evitare il peggio.

Candelette su un Fiat Ducato

Candelette su un Fiat Ducato

1 – Controlla prima della sostituzione delle candelette

Prima della sostituzione delle candelette puoi controllare se è veramente arrivato il momento di cambiarle.

Una candeletta bruciata ha infatti una resistenza elettrica molto maggiore rispetto a una nuova.

Come fare?

Con un semplice multimetro.

Prima di tutto trova le candelette nel vano motore. Solitamente sono sulla testata del motore, vicino agli iniettori diesel .

Poi scollega i cavi elettrici che collegano le candelette.

Ora unisci il conduttore negativo del multimetro al polo negativo della batteria ed il conduttore positivo alla testa della candeletta (ancora montata nel motore).

Una candelette in buono stato ha una resistenza elettrica tra 0.5 e 2 Ohm.

Se la resistenza che misuri è molto più grande significa di quella di riferimento…sostituzione delle candelette 🙂

Se però i valori sono nella norma puoi evitare di cambiarle.

Ci penserai un’altra volta.

2 – Usa i giusti attrezzi

Questa è una cosa che ho imparato ormai da tanto tempo.

Con gli attrezzi sbagliati o inadatti si rischia di fare danni o ci si mette il triplo del tempo.

Cosa ti serve?

Set di chiavi a tubo

Un semplice set di chiavi a bussola. Meglio se con la testa snodata per raggiungere anche i punti più scomodi

Ti servono per svitare la candeletta dal motore.

La profondità della chiave deve essere tale da permettere alla testa della candeletta di entrarci dentro.

Chiave a T snodata

Chiave a T snodata

Chiave dinamometria

Una chiave dinamometrica non la userai tutti i giorni questo è sicuro. In tanti anni di riparazioni fatte in casa l’avrò usata meno di dieci volte.

Fidati però che averla vicino ti farà dormire sogni tranquilli.

Cosa è una chiave dinamometrica?

All’apparenza sembra una normale chiave a cricchetto. Il punto forte è che puoi regolare la coppia massima che viene applicata.

Devi sapere che ogni vite o bullone nel motore è progettato per lavorare ad una certa coppia…quanto forte stringi.

Se monti le candelette con una coppia di serraggio inferiore queste potrebbero allentarsi con le vibrazioni del motore.

Se la coppia di serraggio è troppo forte potresti invece danneggiare la filettatura nel blocco motore…

MALE MALE!

SCARICA LA GUIDA GRATUITA PER L'ISOLAMENTO TERMICO DEL TUO FURGONE O CAMPER

Iscriviti alla Mailing list di JustMolla.it e riceverai tanti CONTENUTI SPECIALI tra cui la guida per l'isolamento del camper.


Sulla confezione delle candelette nuove NGK che abbiamo montato era consigliata una coppia di serraggio tra i 15 Nm ed i 20 Nm.

Senza una chiave dinamometrica sarebbe impossibile rispettare questi valori.

Viva la dinamometrica 🙂

Chiave dinamometrica

Chiave dinamometrica

3 – Sbloccante sulla filettatura

Se non effettui la sostituzione delle candellete da molto molto tempo può darsi che la filettatura si sia ossidata e la parte superiore addirittura arrugginita.

In questa situazione è possibile che non si riesca a svitare la candeletta dal blocco motore o peggio ancora si spezzi quando si applica troppa forza.

Un buon suggerimento che ho ricevuto è di spruzzare dello sbloccante WD-40 alla base delle candelette qualche giorno prima dell’operazione.

Noi abbiamo applicato lo sbloccante per un paio di giorni di fila in modo da far penetrare il liquido nella filettatura.

Abbiamo poi continuato a spruzzare lo sbloccante durante la sostituzione delle candelette in modo da farlo penetrare in profondità nella filettatura.

Non potevamo ricevere consiglio migliore 😉

Sbloccante WD-40

Sbloccante WD-40

4 – Scalda il motore

Per facilitare la sostituzione delle candelette ti consiglio di scaldare bene il motore prima dell’operazione.

Perché?

In questo modo il motore diventa più…“morbido”. Il metallo tende a dilatarsi e si allevia la tensione sulla filettatura della candeletta.

Se vuoi puoi anche raffreddare la candeletta in modo da avere ancora più differenza termica.

Ma come la raffreddo una candeletta?

Se hai a disposizione un compressore puoi soffiare aria compressa sulla testa della candeletta.

Il motore caldo e tende a dilatarsi mentre la candeletta fredda tende a comprimersi.

Questa differenza termica fa diminuire la forza necessaria a svitare e sostituire le candelette.

Se non hai a disposizione un compressore puoi usare una bomboletta ad aria compressa.

5 – Non rompere le candelette

Se segui questi semplici consigli dovrebbe andare tutto liscio…

ma è meglio prepararsi al peggio!

Può succedere che la candeletta si pieghi a seguito dei forti gradienti termici a cui è sottoposta. Non si riesce quindi a rimuoverla dalla sede anche se è stata completamente svitata.

Esistono degli estrattori in commercio con cui è possibile rimuovere anche delle candelette deformate e piegate.

Nel caso estremo invece che una candeletta si dovesse rompere durante la sostituzione esistono dei kit per la riparazione.

Se non sei molto pratico di riparazioni in questo caso ti consiglio di affidarti ad un meccanico professionista.

Candeletta vecchia

Candeletta vecchia

Conclusioni

Siamo riusciti a cambiare le candelette senza nessun intoppo.

Ora il motore parte al primo colpo e siamo pronti per l’inverno.

E tu? Sei riuscito a sostituire le candelette da solo?

Facci sapere nei commenti qui sotto.