CaraMaps

Caramaps, un furgone camperizzato e una giornata di sole: cosa vuoi di più?

Cara CaraMaps, ce l’abbiamo fatta!

Questa è la storia di una giornata di sole in Germania, di un portapacchi mai preso, di un camper fai da te quasi finito e di un’app che ti salva in calcio d’angolo.

Se ti stai chiedendo “ma cos’è CaraMaps?” della serie “che diavoleria è mai questa?”, ti anticipo subito che si tratta di un’app per cellulari e tablet pensata per chi viaggia in camper o in caravan.

In breve permette di localizzare le aree di sosta camper, i parcheggi gratuiti, le aree attrezzate, i campeggi, i benzinai, e non solo: fa anche molto di più. Te ne parlo nel dettaglio più avanti.

Andiamo per gradi.

Quel portapacchi mai preso

Hai presente quella sensazione magnifica quando cerchi un affare su internet, lo trovi in breve tempo e riesci ad accaparrarti l’oggetto dei tuoi desideri?

Ecco, noi no.

Ci serve un portapacchi ed abbiamo deciso di prenderne uno di quelli giganti a grate.

I prezzi di questi aggeggi di metallo nuovi stanno alle stelle tanto da pensare “0k, forse non ci serve così tanto…”, ma fortunatamente esiste sempre l’opzione usato, di cui noi siamo estremamente fan.

La ricerca ci ha portato a contattare un simpatico ragazzo che vive a un centinaio di km da dove siamo noi: svendeva esattamente il portapacchi che stavamo cercando, in teoria.

Ci siamo accordati per un sabato primo-pomeriggio. Se ci conosci, sai bene che il week end per noi è essenziale per andare avanti con i lavori nel Ducato che stiamo camperizzando.

Passare tutto il pomeriggio fuori, significa togliere tempo prezioso al nostro camper fai da te. Tuttavia, questo era un affare, quindi ci siamo messi in marcia senza troppe remore.

Neanche a dirlo, il tentato acquisto è stato un completo disastro.

Abbiamo passato mezzora in mezzo ad una strada a cercare di caricare il portapacchi sul tetto senza fare danni, per poi scoprire che era troppo corto e non si agganciava bene al telaio.

Una disdetta.

Ce ne siamo andati via demoralizzati e arrabbiati perché stavamo togliendo inutilmente tempo prezioso alla camperizzazione e poi, cavolo, non sarebbe stato male se il tipo ci avesse dato le dimensioni giuste in anticipo.

Ma aspetta un attimo: “c’è il sole!”.

Eravamo lontani da casa, ma con un bel sole alto e un pomeriggio davanti. 

Non ci abbiamo pensato troppo e abbiamo cercato un posticino carino dove rilassarci un pò.

Qui entra in scena CaraMaps.

Giulia al volante del Ducato

Giulia al volante del Ducato

Perché CaraMaps?

Il momento di utilizzare il nostro Ducato come camper e non più come un pulmino o come una falegnameria è vicino.

Tanto che stiamo cominciando a pensare a cosa può esserci utile, nel pratico, on the road. 

Qualche mese fa ci è arrivata nella casella email l’invito a provare CaraMaps.

Ci è sembrata subito un’app molto interessante, ma c’era un piccolo problema, un dettaglio, una sottigliezza: non avevamo un camper!

Avevamo tra le mani un vecchio furgone arrugginito e solo l’idea di trasformarlo in una casetta su ruote. In pratica utilizzare servizi come quelli che offre CaraMaps, ci sembrava una cosa distante anni luce.

Invece adesso, cara CaraMaps, ce l’abbiamo fatta a provarti!

A distanza di, boh, secoli (?!), il nostro furgone camperizzato è in dirittura di arrivo (o di partenza…) e la scusa del portapacchi-mai-comprato ci è sembrata ottima per testare questa app per camperisti.

È stato un pò come tagliare il nastro: abbiamo aperto la porta alla vita con il camper.

Ok, usare un’app per camper non crea in automatico dei camperisti, però abbiamo fatto qualcosa con il camper che non fosse costruirlo e scoperto un’app che ci sarà sicuramente utile nel futuro prossimo.

Clicca qui per accettare i cookie e visualizzare il contenuto

Dove ci ha portati CaraMaps

CaraMaps è un’app gratuita per smartphone e tablet, supportata sia da Android che da IOS.

L’utilizzo mi è sembrato molto intuitivo.

Eravamo nel bel mezzo di qualche paese al sud della Germania e ci serviva un posto dove fermarci, magari in mezzo ad un boschetto e senza stare ad impazzire per cercare parcheggio.

Abbiamo aperto l’app e nella mappa ci sono apparsi tanti punti rossi con diversi simboli (tenda, camper, P, ecc…).

Uno in particolare ha attirato la nostra attenzione: era il simbolo di una P (parcheggio), nelle nostre vicinanze e in una macchia verde. Esattamente ciò che cercavamo insomma.

Cliccandoci sopra ci è apparsa una scheda tecnica del posto: parcheggio gratuito per 3 camper.

3 camper??? 

Ti pare che esiste un parcheggio per soli 3 camper e che viene indicato sulla mappa? 

Più curiosi di due scimmie abbiamo deciso di andare proprio lì.

Arrivarci è stato molto semplice perché Caramaps funziona come un navigatore: scegli dove andare e lei ti indica la strada.

Una volta arrivati alla meta, ci siamo effettivamente trovati in mezzo ad un’area verde, con un fiumiciattolo e con soli 3 posti per camper.

Attaccata al palo del cartello che indicava i 3 posti, c’era anche una scatola con dei volantini informativi sul luogo. Increbilibe, ma questa è roba da tedeschi 🙂

Brava CaraMaps!

Quando ti senti piccolo piccolo

Quando ti senti piccolo piccolo

Cartello 3 posti camper!

Cartello 3 posti camper!

In alcuni posti è ancora possibile trovare volantini informativi

In alcuni posti è ancora possibile trovare volantini informativi

Scopriamo altre funzioni

Continuando a “smanettare” con questa app, abbiamo capito che può essere davvero utile per chi viaggia in camper o in caravan.

A noi, quel Sabato è stata di aiuto per trovare un parcheggio gratuito, ma puoi cercare sia aree di sosta camper sia punti dove caricare o scaricare le acque, campeggi, benzinai, aree naturali, ecc..

Puoi anche scremare la tua ricerca a seconda dei servizi di cui hai bisogno. Ad esempio puoi selezionare solo i campeggi con il wifi o magari devi svuotare il wc e puoi cercare solo aree camper che te lo permettano.

La cosa che rende quest’app ancora più interessante, a mio avviso, è il fatto che è orientata verso la condivisione con gli altri utenti.

Per esempio, hai la possibilità di aggiungere tu stesso i luoghi che non sono presenti sulla mappa, aiutando così altri viaggiatori.

Oppure puoi chattare con altri utenti per chiedere consigli. O, ancora, ti offre la possibilità di leggere e di scrivere recensioni dei luoghi che ti interessano.

Attenzione! Se non vuoi essere geolocalizzato e quindi non vuoi essere visto o ricevere messaggi da altri viaggiatori, devi disattivare l’opzione nel menu.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA PER L'ISOLAMENTO TERMICO DEL TUO FURGONE O CAMPER

Guida isolamento termico ebook Iscriviti alla Mailing list e riceverai tanti CONTENUTI SPECIALI tra cui la guida per l'isolamento del camper.


Funziona proprio tutto a “gratise”?

Sì, nella versione online.

Caramaps è totalmente gratuita se hai dati sul cellulare da poter consumare liberamente.

Se, al contrario, stai un pò stretto con internet, offre una versione offline.

La versione salva-internet ti permette di scaricare tutte le mappe delle regioni che ti interessano, in cambio di un abbonamento di 4,49 euro l’anno.

Che dire, CaraMaps non è cara economicamente tutto sommato. Ok, scusa, questa era pessima.

Terreni e giardini privati

Questa è in assoluta l’idea che mi è piaciuta di più di questa applicazione.

Se sei un viaggiatore, invece di andare in campeggio, puoi decidere di sostare in un terreno o un giardino privato di qualcuno.

In questo caso devi pagare la quota decisa dall’host e una commissione a CaraMaps (il 15% o minimo 1 Euro).

Chi è l’host? 

Chiunque può diventare host.

In pratica, se hai un terreno o un giardino privato, puoi metterlo a disposizione dei viaggiatori.

Cosa coooosa? 

Sì, hai capito bene.

Sia che tu sia un privato, un B&B o un agricoltore, puoi ospitare camper e roulotte sulla tua terra.

Perché dovresti?

Ci sono diverse ragioni per cui potresti ritenere interessante ospitare qualcuno.

La prima è che puoi guadagnare del denaro.

Una sorta di AirBnB di terreni direi. Stabilisci una cifra e arrotondi le tue entrate mensili con i viaggiatori interessati a soggiornare da te.

Ma… i soldi non sono tutto!

Ospitare dei viaggiatori può portarti altri vantaggi.

Conoscere persone nuove e sicuramente interessanti ad esempio.

Oppure, se sei un contadino o un’attività di qualsiasi tipo, puoi sfruttare l’occasione per far conoscere il tuo lavoro o i tuoi prodotti.

Insomma, non so a te, ma a me questa sembra una cosa geniale.

Tra i campi tedeschi

Da qualche parte nel sud della Germania

Conclusioni

Quel Sabato pomeriggio siamo tornati a casa senza il fantastico portapacchi, ma contenti di aver scoperto un posto nuovo e sopratutto di aver utilizzato uno strumento che non fosse per costruire, segare e martellare il nostro furgone.

Proveremo altre app e altri strumenti che possono esserci utili in viaggio, per ora però devo dire che CaraMaps ci è sembrata davvero una buona amica.

Tu come scegli dove fermarti la notte o dove ricaricare l’acqua?