Dimensionamento della batteria servizi del camper

Dimensionamento batteria servizi: come calcolare l’amperaggio della batteria del camper

Stai progettando o revisionando il tuo impianto elettrico e devi scegliere la batteria servizi.

Di quanti Ah ho bisogno? 200 Ah oppure 500 Ah?

Ma alla fine, cosa diavolo significa Ah?

Se queste sono le domande che ti frullano nella testa, mettiti comodo amico mio e allaccia le cinture.

Mi sono trovato anche io in questa situazione.

Internet è una miniera infinita di pepite d’ore, ma se non hai una torcia per vedere dove scavare ti ritroverai solo con del carbone in mano.

In questo articolo non solo ti darò una breve e concisa spiegazione sui termini tecnici e le unità di misura delle batterie. Non mi fermerò neanche dopo averti spiegato come stimare i carichi elettrici e come fare il dimensionamento della batteria del tuo camper. 

Tutto questo lo puoi trovare in tantissimi altri siti…non ti sto raccontando niente di nuovo.

La cosa che non troverai da nessuna altra parte è…

…concedimi un pò di suspance dai…

un calcolatore che ti permette di stimare la dimensione della batteria servizi per il tuo impianto in meno di 5 minuti. 

Non dovrai fare conti, crearti un foglio excel o ricordarti le formule matematiche studiate da giovane. Inserisci pochi dati e scopri subito la dimensione ideale della tua batteria.

PORTAMI SUBITO AL CALCOLATORE

Ho creato questo gioiellino personalmente e ci ho giocato per giorni interni per calcolare la dimensione della batteria del nostro furgone camperizzato. È super testato e validato. Se trovi qualche errore o imperfezione ti prego di segnalarmelo tranquillamente (email o commenti).

Bando alle ciance, entriamo nel vivo del tema.

Come promesso vedremo prima un pò di concetto teorici ma in maniera molto semplice, non spaventarti. Se vuoi passare direttamente al calcolatore o ad altri punti di questo articolo puoi usare l’indice qui sotto.

ABC elettricità: cosa devi sapere senza dare di matto

Parliamoci chiaro, non ti voglio fare una lezione di fisica sull’elettromagnetismo.

Semplicemente non ti serve!

Se sei curioso e vuoi saperne di più, chiedimi pure tutto quello che vuoi nei commenti qui sotto, ma per non annoiare nessuno proverò a essere super sintetico.

Ti voglio dire solo quelle poche cose che devi sapere per poter scegliere la dimensione della tua batteria servizi.

Siccome i termini tecnici dell’elettricità risultano poco tangibili, si usa spesso fare una similitudine con l’acqua per capire facilmente i concetti.

Noi invece useremo…l’acqua. Se ha sempre funzionato non vedo perché dovremmo cambiare analogia. 🙂

Carica elettrica della batteria (Ah)

Immagina un bel lago di montagna.

Ora immagina la quantità di acqua presente del nostro nel lago. È chiaro che più il lago è grande e profondo e maggiore sarà la quantità d’acqua, giusto?

Per una batteria è lo stesso concetto. La carica elettrica indica quanta “acqua” c’è nel nostro “lago”.

Si esprime in Coulomb in fisica ma quando si parla di dimensioni di batterie si usa l’unità di misura Ah, che sarebbe un Ampere moltiplicato per un’ora.

Volta e la sua pila (V)

Ora immagina che dal nostro lago parta un fiume che scorre verso valle.

A seconda che il fiume sia più o meno inclinato l’acqua scorrerà più o meno veloce, no?

L’inclinazione del “fiume” rappresenta la misura della tensione elettrica e l’unità di misura è il Volt. Il nome viene da Alessandro Volta, quel ragazzaccio che per primo inventò la batteria…forse gli serviva anche a lui per dimensionare la batteria servizi del suo camper?! Mah… non credo. 🙂

Tornando al lago, possiamo avere quindi una batteria a 12 V o a 220 V che nella nostra metafora si traducono in “fiumi di elettricità” più o meno inclinati.

Corrente di un fiume in piena (A)

La corrente elettrica rappresenta la portata d’acqua del fiume.

Un fiume molto inclinato (220 V) potrebbe essere molto stretto (un ruscello) e avere quindi una bassa portata d’acqua (corrente). Oppure potrebbe essere un grande torrente e avere una corrente elevata.

La corrente elettrica si misura in Ampere (simbolo A). Solitamente sui dispositivi elettrici a 12 V viene riportato il valore della corrente richiesta in ampere.

Potenza (W)

La potenza di un fiume in discesa dipende da quanto è inclinato e da quanta acqua trasporta.

Non a caso la potenza elettrica è il prodotto tra la corrente (A) e la tensione (V) e si esprime in Watt (W).

Nei dispositivi elettrici che abbiamo in casa (tensione a 220 V) è solitamente riportato il valore della potenza richiesta. Se hai capito la relazione che c’è tra questi tre elementi è chiaro che se ne conosci due, puoi facilmente risalire al terzo. 🙂

Corrente alternata e continua (AC/DC)

Mi dispiace, le analogie con il nostro bel laghetto di montagna sono finite.

Ora si sale sul palco con Angus Young e al suono di Highway to Hell  ti parlerò di AC/DC.

Non sto parlando di una delle più grandi rock band di tutti i tempi, ma della corrente continua e alternata.

Gli elettrodomestici casalinghi lavorano a corrente alternata con una tensione di 220 V. Microonde, caricatori per computer, televisori, lavatrici, impianto stereo, ecc. Sull’etichetta del dispositivo dovresti leggere AC, che significa appunto Alternating Current in inglese.

I dispositivi per le auto, i camper e le barche lavorano invece a corrente continua con una tensione di soli 12 V. Ventilatori, caricatori dei cellulari, frigoriferi da campeggio, ecc. Sull’etichetta troverai questa volta la scritta DC che significa Direct Current.

È fondamentale sapere quanto i tuoi elettrodomestici ed utensili consumano. In base a questo stimerai infatti la dimensione della batteria servizi.

Tensione e amperaggio di una batteria servizi

Tensione e amperaggio di una batteria servizi

Come determinare la capacità della batteria in Ah

Grazie per la noiosa lezione di fisica Valerio…parliamo ora della mia batteria per il camper?

Hai ragione, stavamo divagando troppo. Andiamo al sodo.

Vediamo come calcolare la dimensione della tua batteria servizi.

Prima però ti dico cosa devi tenere a mente.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA PER L'ISOLAMENTO TERMICO DEL TUO FURGONE O CAMPER

Iscriviti alla Mailing list di JustMolla.it e riceverai tanti CONTENUTI SPECIALI tra cui la guida per l'isolamento del camper.


L’impianto elettrico di un camper è solitamente alimentato da una batteria con una tensione di 12 V. Su mezzi molto grandi e con impianti importanti la batteria può anche essere a 24 V, ma qui consideriamo solo impianti a 12 V.

Dopo la tensione, il parametro più importante è la capacità elettrica in Ah. Questo è il valore che indica quanto “acqua” c’è nel nostro “lago”. In gergo viene anche detto amperaggio della batteria ed è quello che vogliamo calcolare.

Nella nostra abitazione difficilmente pensiamo a queste cose perché siamo allacciati alla rete elettrica e abbiamo virtualmente una disponibilità infinita di Ah.

La batteria servizi è invece molto limitata e devi quindi essere più attento agli elettrodomestici che utilizzi.

Stimare i carichi elettrici

Per capire quanto grande deve essere la tua batteria (in termini di Ah), devi capire quali sono i carichi elettrici giornalieri del tuo impianto.

L’ideale infatti è avere un’idea molto chiara di tutti i dispositivi che utilizzerai in un giorno tipo.

Esempi di carichi elettrici?

Sicuramente ricaricherai il tuo smartphone una volta al giorno.

Avrai il frigorifero acceso tutto il giorno.

La sera accenderai le luci per qualche ora.

Sono solamente esempi ma ti danno un’idea dei tipici carichi elettrici in un camper.

Hai bisogno ora di tre valori:

  • Corrente o potenza elettrica: sui dispositivi a 12 V viene di solito indicato l’assorbimento di corrente (A), mentre su dispositivi a 220 V viene indicato l’assorbimento in potenza (W).
  • Tempo di utilizzo: quante ore al giorno (h) utilizzi ciascun dispositivo.
  • Percentuale di utilizzo: la percentuale di funzionamento del dispositivo durante le ore di utilizzo. Un frigorifero, ad esempio, raggiunta la temperatura impostata, non consumerà più al 100% ma intorno al 25%.

Nel calcolatore che ho creato (lo trovi più avanti in questo articolo) puoi inserire direttamente la potenza in Watt per gli elettrodomestici a 220 V e la corrente in Ampere per quelli a 12 V.

All’interno di due campi verdi è riportato il carico elettrico totale (in Ah) a 12 V e a 220 V.

Se invece sei più old style e vuoi farti i conti a mano…no problem.

Il carico elettrico giornaliero di un dispositivo è pari a:

Carico elettrico da 12 V = Corrente × Tempo utilizzo × Percentuale di utilizzo/100

Carico elettrico da 220 V = Potenza/12 × Tempo utilizzo × Percentuale di utilizzo/100

Il carico totale è chiaramente la somma dei carichi elettrici di tutti i dispositivi.

Efficienza dell’inverter

Per convertire la corrente della batteria da 12 V a 220 V hai bisogno di un inverter.

Lasciamo perdere come funziona, come dimensionarlo e come installarlo.

L’unica cosa che devi sapere è che l’efficienza dell’inverter dipende dalla sua qualità.

Solitamente un inverter ha un’efficienza tra il 90% ed il 95%.

Significa che per trasformare la corrente da 12 V a 220 V una piccola percentuale andrà persa…eh pazienza. 🙂

Calcolo autonomia batteria 12v

Ti faccio una domanda: quanto vuoi essere autonomo?

Ma che significa Valerio?

Quanto tempo vorresti usare il tuo impianto elettrico senza dover ricaricare la batteria?

Questo è un valore fondamentale che influenza drasticamente il calcolo che stai facendo.

Considera che tutti i carichi elettrici che hai stimato sono giornalieri. Se quindi stai puntando ad un’autonomia di due giorni, significa che il tuo carico totale sarà il doppio del carico giornaliero.

Livello di scarica della batteria

Bene ci siamo, manca un’ultimo, piccolissimo dettaglio.

Non puoi usare tutta la batteria servizi.

Cosa? L’ho comprata…è bella carica…nuova…e non posso usarla tutta?

Esattamente!

Il livello di carica della batteria servizi non deve essere mai inferiore al 40% (può variare leggermente a seconda del tipo di batteria). Se viene scaricata di più si danneggia irrimediabilmente. No good!

Meno una batteria viene scaricata e più longeva sarà. Idealmente ti dovresti tenere con un livello della batteria del camper intorno all’80% della sua carica.

Capisci che anche se acquisti una batteria con una grande carica elettrica, ti ritroverai a usare solo un piccola percentuale. In compenso avrai una batteria longeva e sana. Mica male dai.

L’amperaggio della batteria è quindi fortemente influenzato da quanti giorni di autonomia vorresti raggiungere.

Il livello di scarica e di carica della batteria sono chiaramente complementari. Una batteria carica al 40% significa che ha un livello di scarica del 60%.

Nel calcolatore più avanti si parla di livello di scarica, quindi non dovremmo mai superare il 60% di scarica.

Il livello di carica e di scarica della batteria servizi

Il livello di carica e di scarica della batteria servizi

Usa il calcolatore per il dimensionamento della batteria del camper

Se sei arrivato a leggere fino a qui, non ti dovrei spiegare nulla.

Vai al calcolatore qui sotto ed inserisci i carichi elettrici del tuo impianto sia a 12 V sia a 220 V. Specifica in alto, il numero di giorni di autonomia senza ricaricare la batteria, il livello di scarica e l’efficienza dell’inverter.

Nei box verdi vedrai la capacità elettrica in Ah che il tuo impianto richiede in un giorno.

Ma il vero numero magico che stavi cercando sta nella casella gialla…la dimensione della batteria servizi.

Ora, io parlo di batteria al singolare. Nessuno ti vieta di prenderne due piccole e collegarle insieme (in serie o in parallelo).

Il calcolatore può anche essere usato in modo opposto. Supponiamo per ragioni di spazio (per non dire economiche), non puoi montare un banco batterie troppo grande. Puoi allora inserire tutti i carichi del tuo impianto e modificare i giorni di autonomia in funzione della dimensione della batteria che intendi montare. Stai quindi calcolando i giorni di autonomia fissata una determinata dimensione della batteria.

Freccia giù

Conclusioni

Ho cercato di essere il più chiaro possibile ma considera che l’impianto elettrico (e in particolare il calcolo dell’amperaggio batteria) è uno degli argomenti più complessi nella costruzione o anche solo manutenzione di un camper fai da te.

Se hai ancora dei dubbi ti consiglio un utile approfondimento per il calcolo dei consumi elettrici.

Ti è stato utile il calcolatore?

Se hai problemi ad utilizzarlo o hai suggerimenti per modifiche o migliorie, non ci pensare neanche un secondo e lascia un commento. 🙂

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

3 Commenti

  1. Non riesco a registrarmi perché mi da continuamente errore. Però devo dire che sei simpaticissimo e molto competente…..bravo bravo! Io mi sto letteralmente ricostruendo un camper americano e avrei piacere di condividere con te le mie esperienze e difficoltà. Ti lascio il mio nr. 3713314397 perché sarebbe bello condividere a voce. Auguri per tutto!

    1. Ciao Christian,
      ti dovrebbe essere arrivata una email dove devi confermare l’iscrizione alla mailing list. Una volta confermata puoi sbloccare il contenuto del calcolatore.
      Che camper americano stai costruendo?

      Sentirci per telefono è un pò complicata perché siamo in Germania. Scrivici pure tutto per email 😉

      PS: ti consiglio di modificare il commento e togliere il tuo numero di telefono per tua privacy.

      1. Porcamiseria come sei rapido……grande! Senti se vuoi e ti fa piacere possiamo sentirci pure su “uozzapp” mi basta un tuo saluto per registrarti…… e poi li non spendiamo niente! È comunque in Europa non c è più il roaming (menomale). Se vuoi con “uozz” ti mando un messaggio vocale così ti racconto un po di cose! Aspetto tue notizie!