Smontare gli interni del van

Smontare gli interni del furgone: dannati rivetti!

Abbiamo impiegato mesi per trovare il nostro van. Adesso è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e iniziare a convertire il furgone in un camper. 

Da dove iniziate?

Ovvio, dobbiamo smontare gli interni.

Anzi no, prima togliamo la colla vecchia dalla carrozzeria: “quanto ci vorrà mai” abbiamo pensato. Invece si è rilevata un’operazione che avevamo decisamente sottovalutato.

Dopo ore di lavoro e crampi alle braccia, abbiamo trovato un modo abbastanza efficace per questa pulizia che sembrava una sciocchezza.

Ma torniamo agli interni…

Tutto fuori!

Tutto fuori!

Rimozione dei sedili…

La prima cosa che abbiamo fatto è stata smontare i sedili e le cinture di sicurezza. Operazione abbastanza semplice in realtà. Poche viti e tutto è filato liscio.

Senza i sedili il van sembra più piccolo. Ci ha fatto un pò l’effetto che fa vedere una casa vuota rispetto a quando viene arredata che sembra molto più grande.

…e della rete

La rete che divideva il portabagagli è stata un pò più ostica da rimuovere. Nella parte inferiore era avvitata a dei pezzi di legno che erano avvitati ad altri pezzi di legno avvitati al pavimento. Una quantità indefinita di viti insomma.

Poco male comunque, nel giro di un’oretta era già tutto fuori.

Comincia a perdere forma

Comincia a perdere forma

Dannati rivetti!

Per convertire il furgone in un camper è necessario smontare gli interni, intendo tutti gli interni. Quindi anche tutto il rivestimento.

Il tetto non è stato un grosso problema perché era semplicemente avvitato al telaio.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA PER L'ISOLAMENTO TERMICO DEL TUO FURGONE O CAMPER

Guida isolamento termico ebook Iscriviti alla Mailing list e riceverai tanti CONTENUTI SPECIALI tra cui la guida per l'isolamento del camper.


Le pareti laterali erano coperte da dei pannelli di compensato fissati con delle viti a pressione in plastica, anche questi abbastanza semplici da rimuovere.

L’unica cosa che ci ha fatto perdere un pò di tempo e un paio di teste del trapano, sono state le parti in plastica nera che contornavano i finestrini e altre zone. Perché? Perché erano fissate con i rivetti. I rivetti. Ma perché si usano i rivetti? Gli abbiamo trapanato le teste per romperli, finché loro non ci hanno rotto due punte del trapano. A quel punto li abbiamo tranciati con cacciavite e martello. È stata una dura lotta, ma abbiamo vinto.

Valerio alle prese con uno dei centinaia rivetti

Valerio alle prese con uno dei centinaia rivetti

Lo scheletro del Ducato

Lo scheletro del Ducato

Il pavimento

Il pavimento non era altro che un rivestimento in plastica. La forma ci sarà utile per creare il pavimento che abbiamo in mente.

Interessante è stato vedere cosa c’era sotto!

Se hai letto questo articolo sai che abbiamo preso un furgone che era in buonissime condizioni all’interno e con non troppi km. Nonostante questo, sotto la plastica che rivestiva il pavimento, era sporchissimo. Non oso immaginare cosa potesse esserci sotto ad altri furgoni che abbiamo visto, sopratutto di quelli utilizzati per il trasporto merci.

Oltre allo sporco abbiamo trovato dei piccoli punti di ruggine che andremo a trattare e alcuni buchi non ben identificati che dovremo chiudere.

Giulia che da una prima pulita al van

Giulia che da una prima pulita al van

Limpido!

Limpido!

Una volta finito di smontare gli interni?

Smontare gli interni del van è stato il primo passo per la conversione del nostro furgone in un camper.

La mossa successiva sarà quella di rimuovere e trattare i punti di ruggine, chiudere i vari buchi e l’isolamento, ovvio. Stay tuned! 

Il van vuoto

Abbiamo finito di smontare gli interni!